NAZIONALI 2002
COMUNICATI STAMPA

Europei Indoor »
Europei  »
Europei Under 13  »
Comunicato n. 2 
del 01/10/02
»
Comunicato n. 1 
del 17/07/02
»
Comunicato n. 0 
del 00/00/00
»
Comunicati precedenti »

 
Comunicato n. 2 del 01/10/02

JOE SCUDERI NUOVO ALLENATORE DELLA NAZIONALE AL POSTO DI DOUG FERGUSON

Joseph Charles (Joe) Scuderi è da oggi il nuovo allenatore della Nazionale italiana di cricket al posto di Douglas (Doug) Ferguson che lascia dopo nove anni di risultati eccezionali.
L'oriundo di Zafferana Etnea è nato ad Ingham (Queensland) il 24 dicembre 1968 ed è stato uno dei primi diplomati della famosa Accademia del Cricket di Adelaide, fucina da cui è uscita l'intera nazionale australiana che oggi domina il proscenio mondiale. Campione del mondo under 19 con l'Australia nel 1988, Joe ha militato per 11 anni nel South Australia è nel 1992 è stato selezionato nei 18 giocatori per la nazionale australiana in vista dei mondiali, finendo escluso nell'ultima scelta che ha ristretto la rosa a 14. Avesse giocato per l'Australia non avrebbe mai potuto indossare la maglia azzurra.
Scuderi ha esordito in Nazionale il 19 luglio 1998 contro Gibilterra in occasione dei Campionati Europei dell'Aja ed ha impresso il suo marchio sul torneo nel play out che l'Italia, vincitrice del gruppo B, disputò il 25 luglio contro l'Inghilterra, ultima arrivata nel gruppo A. Doveva essere una partita dimostrativa, un atto di gentilezza e cortesia da parte dei maestri del cricket nei nostri confronti: si concluse con una delle più clamorose sorprese nella storia del cricket con l'Italia nettamente vincitrice grazie all'impeccabile 106 dell'australo-siculo. Per non retrocedere l'Inghilterra in Serie B, l'European Cricket Council fu costretto ad allargare il girone d'èlite europeo da 5 a 6 squadre !
Da quel momento, le prestazioni di Scuderi hano segnato la crescita del cricket italiano. La sua invitta centuria contro il Marylebone nel 1999 cui fece seguito lo splendido 69 a Nelson nella vittoria della Nazionale sul Lancashire, un innings che convinse la contea della rosa rossa ad ingaggiarlo imponendo le norme della comunità europea all'antiquato England & Wales Cricket Board.
Dopo due anni costellati da infortuni e dalla controversa esclusione dell'Italia dalle qualificazioni mondiali proprio a causa del rifiuto dell'International Cricket Council di consentire all'Italia di schierare gli oriundi in Nazionale, Scuderi è tornato alla grande nei recenti Campionati Europei di Belfast risultando il miglior battore del torneo, decisivo nella vittoria sull'Olanda, squadra vincitrice di quelle qualificazioni mondiali da cui l'Italia era stata ingiustamente esclusa. Una risultato questo, in coincidenza con le modifiche ai regolamenti internazionali basate oggi finalmente sulla cittadinanza, che ben fa comprendere quanto sia stato grande il torto subito dal movimento crickettistico azzurro.
"Assumendosi il ruolo di giocatore-allenatore - ha precisato il Presidente Gambino - Joe Scuderi ha accettato di prendere il cricket italiano per mano nel suo momento più difficile: quello del consolidamento in cui è molto più facile cadere all'indietro che avanzare. Joe già dalle prossime settimane sarà in Italia per lavorare non solo sui giocatori delgruppo azzurro ma per andare nei club ad analizzare le tecniche di allenamento e portare il suo contributo al miglioramento della base sempre in crescita del nostro piccolo sport".
"Se è pur vero - ha concluso Gambino - che nella vita bisogna guardare sempre avanti, vorrei dedicare un attimo per parlare di Doug Ferguson, un autentico galantuomo che resterà sempre dal punto di vista tecnico il padre del cricket italiano. Sono convinto che negli anni a venire la storia del cricket nel nostro paese verrà divisa fra il periodo precedente all'arrivo di Doug e quello susseguente. Joe Scuderi raccoglie i frutti del lavoro di un grande allenatore e nel segno della continuità sono felice di poter dire che Doug continuerà ad onorarci con la sua impareggiabile saggezza anche in futuro."

Comunicato n. 1 del 17/07/02

IN DIRETTA ALLA RADIO SU RETE SPORT (105.6)
Risolto felicemente lo spinoso contenzioso con l'International Cricket Council sui diritti dell'AIRE, la Nazionale italiana affronta una importante verifica ai Campionati Europei in programma a Belfast dal 19 al 25 luglio.
Inserita nel gruppo d'elitè a seguito degli straordinari risultati degli Europei 1998, culminati con la storica vittoria sull'Inghilterra, e dall'ancor più significativo successo sulla Danimarca nell'edizione scozzese del 2000, gli azzurri affronteranno nell'ordine venerdì 19 l'Inghilterra, sabato 20 i campioni in carica dell'Olanda, lunedì 22 i padroni di casa dell'Irlanda, martedì 23 la Scozia ed infine giovedì 25 la Danimarca. 
Quattordici gli uomini a disposizione di Mr. Ferguson, all'ultimo grande appuntamento dopo 9 anni di successi come allenatore della Nazionale: Kamal KARIYAWASAM (Brera) Capitano, Valerio ZUPPIROLI (Pianoro) Vicecapitano, Alessandro BONORA (Roma), Andrea CORBELLARI (Brackenfell), Peter DI VENUTO
(North Hobart), Lorenzo GATTI (Pianoro), Benito GIORDANO (Glossop), Hemantha JAYASENA (Pianoro), Yohan KARIYAWASAN (Lazio), Samantha KETIPE (Pianoro), Luca MORETTI (Keighley), Kelum PERERA (Bologna), Akhlaq QURESHI (Bologna), Joseph Charles SCUDERI (Nelson).
Per la prima volta, sarà possibile agli appassionati italiani di cricket seguire in diretta la squadra azzurra. Rete Sport, infatti, effettuerà 5 collegamenti giornalieri alle 9.45, 14.05, 16.05, 18.05 ed a fine gara. Ai microfoni Antonio Maggiora Vergano.
Si ricorda che Rete Sport è ricevibile in fm sui 105.6 a Roma e provincia e sul satellite in tutta Europa mediante riprogrammazione automatica sia Stream che Tele+.